Cina, agli esami di stato intervengono le squadre speciali della Polizia

Pechino – Fino ad oggi in alcune scuole venivano installate telecamere per monitorare lo svolgimento delle prove, e venivano effettuati controlli accurati, ma non è stato sufficiente: giro di vite per chi tenterà di fare il furbo agli esami di stato cinesi, le autorità di pubblica sicurezza hanno autorizzato l’ intervento di squadre speciali dentro i centri d’ esame per arrestare i disonesti, che rischiano se colti in flagranza anche l’ arresto.

Per reprimere imbrogli durante di esami di stato sono pronte all’ azione squadre speciali della polizia

Per reprimere imbrogli durante di esami di stato sono pronte all’ azione squadre speciali della polizia

Sono oltre i 9,4 milioni gli studenti delle scuole superiori che quest’ anno prenderanno parte agli esami di ammissione all’Università, conosciuti come gaokao.

Una dura competizione a causa dei non molti posti disponibili, sono però una porta per il futuro dei ragazzi che sarà determinante nel proseguio della loro vita, in particolare per gli studenti che provengono dalle zone rurali, un catalizzatore utile per la mobilità sociale.

Gli studenti sorpresi a barare, secondo l’ agenzia di stampa ufficiale Xinhua, rischiano oltre l’ arresto fino a 7 anni di carcere.

Quest’ anno per la prima volta a Pechino i documenti della prova d’esame sono stati consegnati da un team della polizia e almeno otto agenti hanno presidiato ogni centro di prova, prestando particolare attenzione ai dispositivi elettronici wireless, secondo l’ agenzia Xinhua.

Sotto mira anche gli esami già pronti: nella provincia di Henan la polizia ha arrestato 9 persone per la vendita di esami già compilati e decine di altri sono stati fermati nel resto del paese, secondo i media locali.

Xiong Binqqi, esperto e consulente del settore educativo cinese, ha affermato che la Cina avrebbe continuato a colpire duramente chi sarà sorpreso a truffare e chi presterà loro aiuto. «Non c’ è assolutamente alcun dubbio che imbrogliare l’ esame gaokao diminuisce l’ autorevolezza dello stesso, e questo potrebbe influire sulla credibilità del governo».

In passato il metodo d’ esame gaokao è stato oggetto di aspre critiche da parte degli educatori per l’ eccessiva pressione esercitata sugli studenti, causa ritengono di un incremento di stress e suicidi tra i ragazzi.

Per la maggior parte degli aspiranti universitari i test si svolgono in 2 giorni contemporaneamente in tutto il paese. Cinese, matematica e lingua straniera sono obbligatori.

Riusciranno gli studenti a trovare altre misure per addomesticare i terribili esami di stato cinesi?

«Il governo prenderà una serie di misure per evitare questo». conclude Xiong Binqqi.

Contenuti corrispondenti