Mamma salva il figlio tirandolo fuori dalle fauci di un puma

Denver – Un grido lancinante proveniente dal giardino di casa, dove 2 bambini stavano giocando, una donna accorre e si trova davanti ad un’ immagine terrificante: un puma è addosso ad uno dei suoi figli, quello più piccolo e lo sta mordendo, fino a chiudere la testa del piccolo in un morso.

Dopo il comprensibile shock iniziale, la donna si riprende e interviene con estrema decisione: afferra una zampa dell’ animale e con la mano destra inserita nella sua bocca fa leva fino a liberare la testa di suo figlio.

Il bambino è stato trasportato dal papà, che era appena rientrato a casa quando si è verificato l’attacco, in un ospedale di Denver dove gli sono stati riscontrati profondi tagli alla testa, al viso e al collo, ma non è in pericolo di vita. Anche la mamma, che ha preferito non essere identificata al pari degli altri membri della famiglia, è stata ricoverata per traumi da morsi e graffi ad una gamba, per poi poco dopo essere dimessa.

Il fatto è accaduto a nord di Aspen, nota località turistica nello stato del Colorado: secondo una recente stima si calcola che siano presenti sul territorio circa 5.000 puma, che spesso, a causa dell’ urbanizzazione di vaste aree rurali, nella loro ricerca ci cibo vengono a contatto con l’ uomo, come segnalato dal Dipartimento che si occupa della fauna selvatica.

Il puma, conosciuto anche come leone di montagna o coguaro, appartiene alla famiglia dei felini e, anche se di taglia grande, è più simile al gatto di casa che ad altri tipi di felini della sua stazza. Di rado attacca l’uomo: si contano dal 1990 3 attacchi mortali e 18 feriti nel Colorado.

Il puma protagonista dell’ attacco era un giovane esemplare di circa 2 anni, non ancora completamente sviluppato. «Se fosse stato un puma di 110 chilogrammi, come ne ho visti nelle vicinanze, la storia avrebbe preso una piega molto diversa», afferma lo sceriffo di Denver.

Alcune ore dopo i funzionari del Dipartimento hanno abbattuto 2 puma nella zona, per determinare se fossero risultati malati o semplicemente affamati.

O forse semplicemente hanno avuto la sventura di trovarsi nel posto sbagliato e nel momento sbagliato.

Contenuti corrispondenti