USA. Morso di gatto fatale, muore dopo 6 settimane

Toronto – Si era recato in ospedale dopo una caduta in casa lamentando dei vaghi dolori all’addome e uno stato di continuo affanno, e nonostante venisse prontamente sottoposto ad alcuni interventi chirurgici ed una cura antibiotica intensiva, era deceduto per il collasso dei suoi organi vitali causato da uno shock setticemico.

La causa del decesso del 68enne canadese è stata il morso del suo gatto, avvenuto 6 settimane prima.

Un evento davvero raro quello che ha causato la morte dell’anziano, tanto che i dottori hanno redatto uno studio pubblicato nel World Journal of Clinical Case allertando altri specialisti sulla ricerca di eventi similiari ed insoliti.

I morsi di animali domestici e non sono ovviamente comuni, e sono il motivo di molti ricoveri al pronto soccorso in tutto il mondo; i ricercatori mettono in guardia i medici  di prestare molta attenzione alle infezioni che si possono sviluppare nei tessuti molli.Morso di gatto fatale, muore dopo 6 settimane. Foto: david_pics/Flick, distribuita con licenza Creative Commons (BY-NC-ND)

Un ciclo di antibiotici impedisce l’ infezione batterica o almeno è in grado di bloccare la sua diffusione; ma nel caso dello sfortunato uomo canadese il batterio Pasteurella Multocida, che vive nella bocca di molti animali domestici, ha causato un aneurisma di poco più di 10 cm nella parte addominale dell’aorta che, alla fine, si è rotta.

L’ uomo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per sostituire la parte danneggiata dell’aorta, ma a 13 giorni dall’intervento ha sviluppato uno shock setticemico – una sindrome che ha come causa un’ importante infezione che si diffonde in tutto l’ organismo – ed è deceduto.

Al momento del ricovero i medici erano stati avvertiti dalla moglie dell’uomo: il loro gattino di sole 4 settimane lo aveva mordicchiato, ma non avevano preso in considerazione che la causa dei suoi sintomi, la frequenza cardiaca elevata, la bassa  pressione del sangue, i dolori addominali e la perdita di peso improvvisa, fosse dovuta a questo.

«Solamente tornando indietro ci siamo resi conto che probabilmente è stato il morso del gatto la chiave per una diagnosi che doveva essere più accurata», scrive il Dr. Cho, uno degli autori dell’articolo pubblicato.

I medici sono stati tratti in inganno anche dalle abitudini dell’uomo, un forte bevitore, circostanza che probabilmente ha causato un abbassamento delle sue difese immunitarie esponendolo maggiormente al rischio di infezioni.

Contenuti corrispondenti